CHI SIAMO - Il Brutto Anatroccolo


Il Brutto Anatroccolo
Vai ai contenuti

Menu principale:

CHI SIAMO
"La nostra cooperativa è una organizzazione non lucrativa (ONLUS) di tipo A, costituita nel 1982."
La nostra cooperativa si costituisce nel 1982. Siamo nati per iniziativa di un gruppo di volontari che operavano già da anni nell’ambito di servizi autogestiti rivolti a persone con disabilità. In questa fase è molto forte il rapporto con le famiglie che decidono di associarsi alla cooperativa stessa e ne scelgono IL NOME. Il contesto di riferimento sociale e culturale è sicuramente legato all’emergere sempre più forte dei bisogni dei cittadini con disabilità e delle loro famiglie in un’ottica di partecipazione e di crescita di coscienza civile su tali problematiche che vedono finalmente uscire queste persone dalle case, dagli istituti. In questo contesto si cerca di unire la necessità di un lavoro al senso di solidarietà legato anche alla capacità di auto-organizzarsi, di promuovere partecipazione, impegno sociale e civile.
Nel 1983, tre operatori partecipano ai soggiorni estivi del Servizio Handicappati Adulti: è la prima convenzione della nostra cooperativa con la ex USL rm4 ed è soprattutto la prima convenzione della storia della nostra cooperativa. Nel giugno 1985 partiamo con il servizio di assistenza domiciliare del comune di Roma, servizio storico della nostra cooperativa. Inizia una fase di crescita. Il clima, pur nella coscienza della precarietà è di aspettativa e ottimismo: vi è un servizio in incremento, vengono inseriti nuovi operatori si incomincia a profilare il nocciolo di una organizzazione tecnica e amministrativa. Questi sono gli esordi della nostra cooperativa, il resto della storia è costellato da momenti di crescita e momenti di crisi; di seguito riportiamo gli eventi più significativi che hanno segnato passaggi, trasformazioni, scelte determinanti per il nostro futuro.
Nel gennaio 1991 si arriva alla regolarizzazione dei soci dal punto di vista contributivo e nel 1992 si avvia il servizio di assistenza domiciliare sanitaria (legge 80 del 1988) con la USL rm24 (comuni di Monterotondo e Mentana) Esperienza nuova e importante che ci permette di misurarci con un servizio domiciliare sanitario fuori dal nostro territorio.
Negli anni fra il 1995 e il 2001 vi è una fase di crescita importante della nostra cooperativa determinata da vari fattori:
Il consolidamento del servizio domiciliare per persone con disabilità (SAISH)) e il suo decentramento ai Municipi avvenuto nel 97 e l’aggiudicazione del servizio domiciliare minori (SISMIF);
Periodo proficuo dal punto di vista legislativo con l’adozione di leggi innovative quali la legge 285/97 e la 328/2000 che cambiano il panorama dei servizi sociali e domiciliari e il ruolo della cooperazione stessa.
Si intensifica la collaborazione in rete con altre cooperative del territorio con le quali ci sperimentiamo nella gestione di servizi e interventi “di sistema”. Si esce da un piano di concorrenza e di politiche a volte di piccolo cabotaggio, di chiusura in se stessi e si entra in una dimensione di collaborazione molto forte con altre realtà del territorio. Si cresce su più fronti:
In termini di posizionamento e fatturato, attraverso l’acquisizione di ulteriori nuovi servizi quali l’assistenza scolastica (SAISH SCUOLA) dal 1998, il servizio oncologico, il centro diurno di Velletri, il progetto Borse Lavoro.
In termini di competenze, innovazione, lavoro di rete, attraverso l’adesione a Città Visibile, una associazione di cooperative del territorio romano, con la quale implementiamo lo sportello di comunicazione sociale Penelope che diventerà, successivamente, lo Sportello Strade Sociali.
In questa fase si assiste ad un consolidamento della cooperativa in termini economici e tecnici.
Il contesto legislativo di quegli anni è determinato dalla adozione di leggi importanti quali la legge 381 del 91 e nel dicembre 1993, adeguando lo statuto diventiamo cooperativa sociale di tipo A. Nello stesso periodo viene approvata la legge 59 del 92 che ridefinisce il ruolo dell’impresa cooperativa e la stipula del contratto di lavoro di riferimento.
Nel 2001 l’adozione della delibera 1532 del Comune di Roma ha avviato il sistema di Accreditamento nella nostra città con l’adozione del RUC (Registro Unico Cittadino) e dei registri municipali, la cooperativa si accredita per i servizi domiciliari relativi all’area disabili, anziani, minori. Nello stesso anno, dopo attenta e partecipata discussione arriviamo all’approvazione del regolamento interno in attuazione della legge 142-2001. Nel periodo immediatamente successivo (2002- 2010) a seguito di una intensa attività interna di progettazione, continuiamo ad incrementare i nostri servizi: ci vengono affidati due centri diurni per persone con disabilità, il centro diurno ASL e la Comunità Alloggio di Largo fratelli Lumiere, in Convenzione con la EX ASL RM/A-IV Distretto, un progetto di borse lavoro, vari progetti finanziati dalla Provincia di Roma (attraverso la Coop. Integrata ALEKOS 2002, e l’Associazione dei genitori IL SOGNO).
L’incremento dei servizi ci ha trovati impreparati sia sul piano organizzativo che su quello degli strumenti di gestione. Le domande sono molte: quali rapporti con la committenza e con il territorio? Come garantiamo servizi qualitativamente validi? Come riusciamo a garantire dei processi partecipativi?
In questa fase inizia anche la riflessione sulla qualità dei servizi, requisito richiesto anche da molte Committenze e nel 2009 la cooperativa adotta un sistema di qualità certificato a norma UNI EN ISO 9001:2008.
Dal 2011 inizia una lunga fase di crisi segnata dalla perdita di alcuni servizi, dalla conseguente necessità di adottare misure di contenimento dei costi, da un peggiorare progressivo del clima interno. Oggi possiamo affermare di aver superato questo difficile momento, grazie ad un impegno interno costante e ad una ritrovata motivazione che ci ha condotti ad uno scambio e confronto continuo con il territorio e con i cittadini che usufruiscono dei nostri servizi.
Nel 2014 la cooperativa si riaggiudica in ATI i seguenti servizi/interventi: Assistenza Scolastica (SAISH SCUOLA), progetto Ragazzi al Centro (L. 285/97), Progetto Bambini al Centro (L. 285/97), Comunità Amichevole Anziani; Centro Diurno per Minori Diversamente Abili, SAISA di Quartiere, progetto Nuovi Perchorsi (socializzazione e inserimento lavorativo per giovani adulti con disabilità).  
Attualmente siamo più di 100 persone fra soci lavoratori, dipendenti, collaboratori, consulenti. Si va avanti con determinazione e con costanza, abbiamo imparato a fronteggiare i momenti di criticità che ciclicamente si presentano nella storia della nostra cooperativa, consapevoli che ogni crisi rappresenta anche un’opportunità di crescita e rinnovamento.

Ad oggi la cooperativa:
  • E’ iscritta all’Albo Regionale delle Cooperative Sociali – Sez. A Come previsto dalla L.R. n. 24 del 24/06/1996 con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Lazio n. 125 del 03/02/1997.
  • Si è configurata e adeguata ai sensi della Legge 8 novembre 1991, n. 381 e considerata ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) ai sensi del D. Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460.
  • E’ iscritta all’Albo Società Cooperative Sez. Cooperative a mutualità prevalente di diritto Num. A138152.
  • E’ iscritta al R.U.C., (Registro Unico Cittadino di Accreditamento) Per le Aree di Intervento: Handicap, Minori, Anziani, Marginalità sociale, Sanitaria.
  • E’ una impresa Certificata UNI EN ISO 9001 : 2008 - Progettazione e realizzazione di servizi di Assistenza domiciliare a persone disabili, anziane e minori, educativa scolastica, servizi a progetto - Settore EA: 38F.
  • E’ iscritta al Registro degli Immigrati – PRIMA SEZIONE – N° A/906/2014/RM – Ministero del lavoro e delle politiche sociali – Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche dell’Integrazione DIVISIONE.


Created by Eko Group S.r.l.
CONTATTI
_________________
scrivi qui quello che stai cercando >
Visita il nostro profilo >
Cooperativa Sociale Il Brutto Anatroccolo P. IVA 01456901006
Torna ai contenuti | Torna al menu